Patrick Swayze racconta tutta la verità sul proprio dramma nella prima intervista televisiva dopo la malattia

patrick-swayze-giovane-malato

Dopo le molte indiscrezioni circolate sulle condizioni di salute di Patrick Swayze, l’attore rompe gli indugi e in una lunga intervista rilasciata alla TV americana ABC, nel programma Barbara Walters Special , per la prima volta chiarisce tutta la verità sul proprio stato. “Ho molta paura, sì e sono arrabbiato” ha detto, “mi chiedo perché proprio io”. A capodanno avrebbe voluto brindare con dello champagne, dice, ma “sarebbe stato come versare acido su una ferita aperta”. Parla della sua magrezza, “ho perso 20 chili in pochissimo tempo”. Le parole sono drammatiche quanto gli sguardi suoi e di sua moglie, accanto a lui sul divano per l’intervista, malgrado il tentativo di sorridere. Ad una domanda sulla possibilità di un futuro sua moglie Lisa non sa trattenere le lacrime mentre risponde che si tratta di un quesito estremamente difficile. “Mi guardo allo specchio e vedo che il fondo dei miei occhi è giallo, quindi so cosa non funziona” i medici, dice Patrick, gli hanno diagnosticato un tumore maligno al pancreas al quarto stadio che si è propagato al fegato ma per il quale sconsigliano l’intervento chirurgico. Alla maggior parte dei pazienti nel suo stato sono dati sei mesi di vita. Ma lui non ha voluto rimanere a casa ad aspettare la morte, anzi, ha accettato una parte nella serie TV di Chicago, The Beast, nella quale interpreta il ruolo di un agente dell’FBI sotto copertura, anche se molti pensano sia fuori di testa a lavorare così duramente, dice, spesso al freddo, per 12 ore al giorno, nel suo stato. Per rendere meglio sul set rifiuta stoicamente di assumere antidolorifici e nel week-end vola a Los Angeles per sottoporsi alla chemioterapia e fa ritorno al lavoro il lunedì mattina, si è assentato dal set solo un giorno e mezzo. E’ determinatissimo nel combattere il male che lo logora e spera che il duro lavoro possa aiutarlo, ma non nega la sua drammatica sofferenza: “Sto attraversando l’inferno per colpa della malattia” ammette. Alla domanda sulla possibilità di una vita ultraterrena l’attore risponde “non so cosa c’è dall’altra parte”, non ha paura della morte ma sogna una vita lunga, sana, vissuta alla luce e non nell’ombra del cancro. La sua lotta è strenua, la sua volontà di guarire ferrea, va a cavallo, compie ogni sforzo per vivere in modo normale e si dice giustamente orgoglioso di sé. Il suo è un esempio toccante di coraggio e di desiderio di vivere al quale non possiamo che augurare successo.

patrick-swayze-point-break